Alpine Centre Milano

Alpine A424 pronta ad affrontare la 24 Ore di Le Mans 

Il mondo delle corse di endurance negli ultimi mesi ha fatto conoscenza con Alpine A424. Questa hypercar ha segnato il ritorno di Alpine al vertice delle competizioni del Campionato Mondiale Endurance (WEC) 2024 e nelle prossime settimane,  correrà per la prima volta a Le Mans. Inoltre, ha già partecipato ad altre gare del WEC, regalando prestazioni promettenti. Scopriamo insieme, quindi, le caratteristiche di questa vettura, il team che la guiderà e le aspettative di Alpine per la prossima 24 Ore di Le Mans.

L’eredità di Alpine dell’endurance

Alpine A424 rappresenta un’importante evoluzione per il marchio, che vanta una lunga e gloriosa storia nelle corse di endurance. Dopo il trionfo del 1978 con l’A442B, Alpine è tornata sulla scena internazionale nel 2013 con il team Signatech, conquistando diversi titoli nella categoria LMP2. L’A424, sviluppata in collaborazione con Oreca, è costruita sulla piattaforma LMDh e promette di essere competitiva fin dal debutto grazie al suo motore V6 turbo da 3,4 litri, un sistema ibrido avanzato e una potenza complessiva di 675 cavalli.

Il team Alpine A424

Per affrontare la sfida della 24 Ore di Le Mans e dell’intera stagione WEC, Alpine ha messo insieme un team di piloti esperti e talentuosi. La vettura numero 35 è stata affidata a Paul-Loup Chatin, Charles Milesi e Ferdinand Habsburg, mentre la numero 36 vede al volante Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxiviere e Mick Schumacher, con Jules Gounon come pilota di riserva. Questa combinazione di veterani e giovani talenti assicura una squadra equilibrata e determinata a portare Alpine sul podio.

I segreti di Alpine A424

L’Alpine A424 è progettata per essere una delle vetture più avanzate del campionato. La sua struttura in fibra di carbonio con guscio a nido d’ape garantisce leggerezza e robustezza, mentre il motore V6 turbo, unico nella categoria Hypercar, offre prestazioni eccezionali.  L’aerodinamica avanzata è stata ottimizzata per ridurre la resistenza e migliorare la stabilità, rendendo l’A424 una delle vetture più competitive della categoria Il sistema ibrido, fornito da Bosch, aggiunge tra i 30 e i 50 kW di potenza, migliorando l’efficienza e le prestazioni in gara. Con un peso di soli 1030 kg e una aerodinamica studiata nei minimi dettagli, l’A424 è pronta a fronteggiare le sfide più difficili. La trasmissione è affidata a un cambio a 7 marce con comandi al volante.

Alpine A424 e WEC: come arriva a Le Mans

L’Alpine A424 ha già mostrato il suo potenziale nelle prime gare del campionato WEC 2024. Al debutto nella 1812 km del Qatar, l’A424 ha ottenuto un incoraggiante quarto posto. Successivamente, nella gara delle 6 Ore di Imola, la squadra ha affrontato alcune difficoltà ma ha recuperato in Belgio con una prestazione brillante a Spa, raggiungendo la Hyperpole per la prima volta e concludendo con un quinto posto. Questi risultati dimostrano che l’Alpine A424 è pronta a competere ai massimi livelli e lascia ben sperare in vista della 24 Ore di Le Mans.

INDICE:

Torna in alto